mercoledì 27 gennaio 2016

♡ Giorno della Memoria



Il 27 gennaio è il giorno della memoria, giornata per ricordare le vittime dell'Olocausto.

 A questo proposito vi voglio ricordare una poesia di Primo Levi, scritta tra il dicembre 1945 ed il gennaio 1947, dopo essere sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz.



Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo,
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare

Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi:
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

                             Primo Levi

10 commenti:

  1. Toccante questa poesia... Toccante per tutti noi come esseri umani.
    Per non dimenticare mai.

    Mel

    RispondiElimina
  2. il brutto è che ci sia della gente che si è già dimenticata di tutto questo......
    marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo cara Marta è così. Un bacio
      Sy

      Elimina
  3. Molto bella e toccante!!!
    Un bacione
    Francesca

    RispondiElimina
  4. BELLA QUESTA POESIA, ME LA RICORDO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina, si infatti spesso si studia in terza media. Un abbraccio
      Sy

      Elimina
  5. Poesia meravigliosa che mi riporta sui banchi di scuola.
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina

❤❤ Lascia un commento e dimmi cosa ne pensi!